COMPILA IL FORM PER INVIARE UNA MAIL

Ti segnaliamo che i campi evidenziati con un asterisco sono obbligatori *
MESSAGGIO

LA CASA INTELLIGENTE AL SERVIZIO DELLA DISABILITÀ

Quando si dice che le tecnologie per la smart home possono avere applicazioni in ambito sociale, significa che si vogliono sfruttare le potenzialità per rendere sicura, agevole e comoda per persone con disabilità


Le nostre abitazioni si fanno sempre più Smart grazie al connubio vincente tra domotica e Internet of Things (IoT). Tra i tanti benefici ottenibili, i nuovi sviluppi tecnologici rendono le case più accessibili e più facilmente fruibili alle persone disabili oltre che agli anziani, restituendo loro autonomia e libertà, con un significativo miglioramento nella qualità di vita. Ma quali sono le innovazioni che la casa intelligente mette al servizio della disabilità?

CHE COSA SI INTENDE PER “CASA INTELLIGENTE”

Si sente sempre più spesso parlare di Smart Home o di “casa intelligente” ma non tutti hanno ben chiaro di cosa si tratti per l’esattezza. Una abitazione può definirsi Smart o intelligente quando è dotata di una rete WiFi capace di connettere e far interagire tra loro svariati sensori, tecnologie e dispositivi che divengono così gestibili a distanza.

Calata nell’ambito dei servizi per la disabilità, la casa intelligente permette di abbattere una serie di barriere che costituiscono un ostacolo per le persone interessate da ridotte o impedite capacità motorie, consentendo loro di vivere l’ambiente domestico con maggiore indipendenza, comfort e sicurezza.

TECNOLOGIE SMART HOME A SUPPORTO DELLE PERSONE DISABILI

Le tecnologie Smart Home a servizio della disabilità possono essere suddivise in diverse macroaree di utilizzo. Il ventaglio di soluzioni disponibili è davvero ampio. Esistono, ad esempio:

  • dispositivi appositamente studiati per l’autonomia che consentono a chi è interessato da problematiche motorie di muoversi e di gestire il proprio contesto domestico in maniera indipendente, senza dover per forza di cose rivolgersi all’assistenza di altre persone;

  • tecnologie per la sicurezza pensate per gli anziani o per chi è soggetto a disabilità mentali, problematica che rende spesso impossibile un controllo diretto sui dispositivi;

  • apparecchi destinati all’assistenza, come sistemi robotici di ausilio alla mobilità interna, di supporto al movimento o alla riabilitazione fisica;

  • dispositivi per il monitoraggio della salute che permettono di controllare costantemente i parametri vitali della persona o di realizzare interventi di telemonitoraggio o di teleispezione da remoto.

CASA INTELLIGENTE, SINONIMO DI LIBERTÀ

Il primo passo per creare una casa intelligente a servizio della disabilità consiste in una corretta progettazione ergonomica di tutti gli spazi domestici, finalizzata a eliminare ogni eventuale barriera architettonica e a implementare dispositivi oltre che arredi user-friendly, in grado di offrire una risposta concreta alle specifiche necessità dell’utente.

Considerato nel suo complesso, l’ambiente domestico deve saper garantire:

  • l’automatizzazione degli accessi esterni con sistemi di apertura e di chiusura senza l’uso di chiavi;
  • il controllo automatico di componenti quali illuminazione, finestre e tapparelle;
  • il monitoraggio degli accessi, grazie alla dotazione di sistemi di videocitofonia e citofonia;
  • porte interne dotate di sistemi di apertura e di chiusura automatici;
  • comandi vocali per le automazioni domestiche;
  • sistemi di videocontrollo a distanza;
  • gestione termica automatica di tutti gli spazi dell’abitazione;
  • la dotazione di rilevatori e sensori di sicurezza per intervenire proattivamente su pericoli quali fughe di gas, presenza di monossido di carbonio, principi di incendio o allagamenti;
  • allarmi passivi che avvisino la persona di supporto al disabile in caso di possibili introduzioni da parte di malintenzionati;
  • una gestione dell’assistenza con dispositivi salvavita dotati di chiamata di soccorso, attraverso appositi comandi di emergenza.

L’insieme di queste componenti tecnologiche permette di creare un ambiente domestico inclusivo, funzionale e pienamente rispondente alle esigenze della persona disabile che vede così crescere la propria autonomia e, di conseguenza, il proprio grado di libertà.

I benefici che ne scaturiscono vanno a impattare in maniera positiva anche sui bisogni assistenziali, riducendo il carico di lavoro dei familiari e, in generale, di chi si occupa della cura della persona diversamente abile.

TECNOLOGIE ASSISTIVE PERSONALIZZATE

Con il passare degli anni, la ricerca e le innovazioni si evolvono assicurando una vita sempre più indipendente e confortevole alle persone affette da disabilità. In un contesto in continuo divenire, le tecnologie assistive si fanno sempre più personalizzate a partire dal quadro clinico del soggetto diversamente abile. Le scelte tecnologiche effettuate da parte del progettista della casa intelligente nascono ormai da una stretta collaborazione non solo con i familiari della persona disabile ma anche con gli specialisti medici che la seguono. Il progettista riesce così a conoscere in anticipo ogni possibile sviluppo della patologia da cui è affetto l’utente, applicando soluzioni ottimizzate sulla base delle abilità residue e su quelle che si potranno eventualmente recuperare in futuro.

La casa intelligente diviene perciò altamente personalizzata sulle esigenze del soggetto diversamente abile che può godere del massimo livello di interazione con il proprio contorno domestico.

Il futuro della Smart Home a servizio della disabilità si dimostra per di più molto promettente. Non solo la possibilità di comandare con la voce le funzioni intelligenti dell’abitazione. Dal poter accendere una luce fino al connettersi a Internet mediante il semplice movimento di un occhio, della testa o persino attraverso il pensiero. Le tecnologie della casa intelligente applicate alla disabilità divengono via via più flessibili ed efficienti, portando la persona con problematiche di disabilità a sentirsi indipendente, serena, sicura e pienamente accolta dal proprio contesto domestico. Una vera rivoluzione a misura d’uomo. 

Errore nell'invio della richiesta.
Per favore riprovare più tardi!
Se l'account è antecedente il 2018,
si prega di effettuare una nuova registrazione
 
Se è già stato effettuato un accesso tramite login Social
utilizzare lo stesso tipo di login per accedere.
Grazie!
La tua richiesta è stata inviata con successo