COMPILA IL FORM PER INVIARE UNA MAIL

Ti segnaliamo che i campi evidenziati con un asterisco sono obbligatori *
MESSAGGIO

L’ILLUMINAZIONE URBANA CONTEMPORANEA TRA EFFICIENZA E SOSTENIBILITÀ

L’illuminazione pubblica oggi deve necessariamente rispondere a criteri di flessibilità, dinamicità e risparmio energetico. Un importante sostegno può arrivare dalla tecnologia IoT, che consente una gestione smart degli impianti.


Gli impianti di illuminazione negli ambienti esterni richiedono livelli qualitativi superiori rispetto a quelli adottati per gli interni, soprattutto per quanto riguarda i prodotti da installare. Le ragioni sono da attribuire innanzitutto alle condizioni ambientali. L’azione di corrosione, di deterioramento e di danno causata dagli agenti atmosferici - pioggia, neve, ghiaccio, vento, alte e basse temperature dell'aria, inquinamento dell'aria - mette a dura prova nel tempo tutte le componenti impiantistiche e, in particolare, gli apparecchi di illuminazione. Si consideri, inoltre, la necessità di garantire la sicurezza delle persone e la protezione dei beni in luoghi aperti al pubblico notte e giorno, il cui controllo non è mai paragonabile a quello che si può esercitare nella maggior parte degli ambienti interni.

IL CONTENIMENTO DEI CONSUMI ENERGETICI

Anche la gestione e la manutenzione degli impianti outdoor risulta più impegnativa. In funzione della potenza complessiva assorbita dagli apparecchi e del tempo giornaliero di attivazione, conviene calcolare preventivamente, in fase di progetto, l'entità della spesa dovuta al consumo di energia elettrica. Il suo controllo e il possibile contenimento sono determinati principalmente da tre fattori: l'efficienza luminosa delle lampade e dei relativi sistemi di alimentazione, il rendimento luminoso attribuibile alle ottiche degli apparecchi, il giusto illuminamento sulle superfici nel rispetto delle normative vigenti. Come è noto, oggi le nuove sorgenti luminose a tecnologia optoelettronica (i LED) offrono alti valori di efficienza (oltre i 120 lm/W) con ottima qualità cromatica della luce. Inoltre, grazie ai minimi ingombri del LED è aumentato il rendimento luminoso delle ottiche: una minore quantità di luce viene dispersa negli apparati ottici degli apparecchi.

IL LAVORO MANUTENTIVO

Sugli interventi di manutenzione si focalizza l'attenzione delle pubbliche amministrazioni nonché delle aziende energetiche che hanno in gestione gli impianti. Si tratta in pratica di una voce di spesa corrente che va valutata insieme alla spesa per l'acquisto degli apparecchi. Spesso si verifica che un prodotto offerto a buon prezzo, una volta installato e messo in funzione, richieda frequenti interventi di manutenzione con l’aggravio delle sostituzioni delle componenti guaste. Si consideri che il lavoro manutentivo va sempre affidato a personale tecnico specializzato, debitamente formato ed istruito per eseguire delicate operazioni, a regola d'arte, in tempi rapidi e in condizioni di sicurezza. E per eseguire al meglio tali operatori devono essere dotati di strumenti, mezzi e attrezzature adeguate. Sono frequenti i casi in cui gli apparecchi sono installati ad altezze dal suolo di svariati metri, su pali o strutture, pareti o soffittature. Talvolta il lavoro di manutenzione è reso ancora più gravoso dal tipo di luogo in cui è installato l'impianto: centri storici o turistici con alta affluenza di pubblico, vie, piazze a traffico intenso. In questi casi conviene diluire il più possibile gli interventi periodici e ridurre al minimo gli interventi urgenti. Massima attenzione, dunque, alla durata media di vita delle lampade e degli alimentatori in modo da poter programmarne il loro ricambio in tempi lunghi. Sovente la buona qualità dei prodotti si rivela essere la migliore forma di investimento.

SMART LIGHTING

Parlando di gestione degli impianti, l’importante novità di questi ultimi anni è data dalla cosiddetta smart lighting uno dei più promettenti risultati della tecnologia chiamata “IoT”, acronimo che sta per Internet of Things, Internet delle cose, definizione proposta nel 1999 da Kevin Ashton allora ricercatore al MIT (Massachussets Institute of Technology). Per “cose” si intendono realtà tangibili: oggetti, materiali, strumenti, attrezzature, cellulari, mezzi di trasporto, apparecchiature di vario genere che, grazie alla loro connessione in rete, “dialogano” tra loro, interagiscono scambiandosi segnali e dati, consentendo così la gestione “intelligente” degli impianti. Non tutti se ne rendono conto, ma già oggi viviamo immersi in questa realtà interconnessa via etere: si pensi ai contatori elettrici e del gas che trasmettono i dati dei consumi, alle telecamere di videosorveglianza, agli ascensori, ai termostati presenti per legge nei radiatori degli impianti di riscaldamento. È evidente la grande semplificazione e il radicale mutamento nell’utilizzo degli impianti. Restano solo le condutture elettriche preposte all’alimentazione delle sorgenti luminose.

L’IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE COME RETE DI CONNESSIONE

L’ambito illuminotecnico offre il grande vantaggio di presentare sempre una configurazione sistemica a rete. Per esempio l’illuminazione di strade, vie e piazze si realizza con un insieme interconnesso di apparecchi il più delle volte montati su pali e questo complesso di fonti luminose è distribuito capillarmente sul territorio urbano ed extra-urbano. Si parla di “palo tecnologico” per indicare l’elemento che, evolvendo nel ruolo di nodo della rete, viene equipaggiato con i dispositivi che raccolgono, distribuiscono e scambiano informazioni con altri pali e con gli utenti e i gestori. In termini pratici, per fare degli esempi, l’illuminazione potrà essere automaticamente attivata, disattivata e regolata in base al volume di traffico, alla presenza di pedoni per le zone di attraversamento, alle condizioni meteorologiche. Il sistema wireless può diagnosticare, inoltre, lo stato di funzionamento degli apparecchi con evidenti vantaggi per gli enti gestori.

Errore nell'invio della richiesta.
Per favore riprovare più tardi!
Se l'account è antecedente il 2018,
si prega di effettuare una nuova registrazione
 
Se è già stato effettuato un accesso tramite login Social
utilizzare lo stesso tipo di login per accedere.
Grazie!
La tua richiesta è stata inviata con successo